"I PARTITI RISPONDONO AI QUARTIERI"

Dieci domande sulla bergamo attuale e futura

Nel corso del convegno che si è svolto a Bergamo l'11 Maggio 2013 avevamo invitato i sette partiti che avevano superato la soglia del 3% nel corso delle ultime elezioni politiche a Bergamo a rispondere verbalmente ad alcune domande sulla nostra città. Il coordinamento dei comitati di quartiere aveva steso 10 domande, sei delle quali sono state selezionate per le risposte orali.

Adesso rilanciamo la proposta a tutti i partiti politici e liste civiche che hanno intenzione di presentarsi alle prossime elezioni amministrative, perchè espongano brevemente e con chiarezza le loro posizioni e intenti in risposta alle dieci domande da noi ritenute cruciali nel dibattito sulla Bergamo attuale e futura.

speriamo che tutto ciò sia utile alla trasparenza e alla partecipazione come auspicato nel nostro "Manifesto per una Bergamo Sostenibile"

 

Specifichiamo che

  1. Si tratta a volte di testi schematici e pensati per un discorso a voce, pertanto possono presentare numerose abbreviazioni e passaggi non sempre appropriati dal punto di vista lessicale e sintattico.
  2. Non si tratta necessariamente dei programmi dei partiti per le prossime elezioni, ancora in stesura secondo le modalità di ogni partito.
  3. i loghi per ora proposti sono quelli dei partiti che avevamo invitato al convegno , integreremo man mano lo schema qualora ricevessimo contributi scritti da parte di partiti presenti sul territorio anche se non presenti al convegno .
  4. Per leggere le risposte di un partito basta cliccare sul logo corrispondente, se il logo non è attivo è perchè al momento il partito non ci fatto avere la risposta alla domanda .

inviare le risposte a info@comitatiquartierebergamo.it

 

1. Mobilità e inquinamento


A Milano, per arginare il problema inquinamento, è stata costituita l’”area C”.
In una piccola città gli “equilibri” legati alla mobilità sono notevolmente più sensibili: Ogni limitazione del traffico in centro, oltre alle conseguenze dirette, causa indubbie ricadute sulle periferie.
Come ridurre il volume totale di auto circolanti in città? Come ridurre il traffico di attraversamento dei quartieri periferici e renderli più vivibili?
Come intendete affrontare il problema?

   

 

2. Consumo zero del suolo e recupero dell’edificato esistente


In Lombardia la città di Bergamo risulta essere 1° nella classifica sul tasso di edificazione: dal 1950 al 2007 sono stati consumati 20.000 metri quadrati di terreno al giorno.
Si stimano circa 2.700 unità abitative vuote in città (fonte Eco Bergamo – 13.04.2011).
A fronte di questi dati come pensate di operare?
- Il documento di piano del PGT ha nelle sue previsioni un aumento di circa 20.000 abitanti in più rispetto agli attuali e su questa ipotesi sono stati parametrati gli indici edificatori: annullerete questa ipotesi con il conseguente ridimensionamento delle volumetrie o la riconfermerete?
- Farete una variante al PGT in cui viene fatto divieto assoluto di nuove edificazioni  su suolo agricolo e su suolo non urbanizzato  oppure  no?

   

 

3. Aeroporto (lo sviluppo sostenibile dell’aeroporto)


Per salvaguardare il delicato equilibrio tra territorio ed aeroporto, collocato in una zona densamente antropizzata ed a soli 3000 metri dal centro della città, erano stati posti precisi limiti allo sviluppo dello scalo.
Da anni tale limite è stato superato, nel silenzio delle Istituzioni preposte alla tutela ed al controllo.
Lo sviluppo dello scalo ha causato gravi ricadute a danno della vivibilità di alcuni quartieri cittadini che saranno declassati da zona residenziale a zona di rispetto, con grave danno anche economico e aggravamento dell’inquinamento atmosferico.
Nell’ottobre 2012 più di 1500 cittadini hanno depositato un esposto alla Procura di Bergamo che ha ravvisato ipotesi di reato e ha disposto un'approfondita indagine. Come vi ponete di fronte a questo problema e di fronte al malcontento e alle proteste dei cittadini?

   

 

4. Porta sud ed area ex-gasometro


L'area di Porta Sud consiste nell'individuazione di un'ampia porzione di territorio comprendente tutte le aree legate al sistema ferroviario (stazione, binari, aree di deposito, scalo merci, ecc.), le aree dell’ex gasometro di proprietà INPS, le aree scolastiche lungo via Europa e le aree libere verdi denominate parco sud (tra la Clinica Gavazzeni e la Circonvallazione).
Quest'area è stata oggetto di proposte di evoluzioni importanti della città.
Quali prospettive concrete per il futuro dell’area Porta Sud ed anche per l’area ex Gasometro alla Malpensata?

   

 

5. Caserma Montelungo e nuova sede Gamec ai magazzini generali


La caserma Montelungo è il perno di un sistema di spazi urbani molto importanti, dedicati alla cultura, all’arte e al tempo libero.
E’ anche al centro di un sistema di aree verdi che rappresenta un polmone fondamentale per la ns. città.
Come pensate di affrontare il problema della riqualificazione di quest'area? Come in particolare pensate di gestire quest'area della città nei termini di "Polo della cultura" con riferimento alla possibile collocazione della GAMEC presso i magazzini generali?

   

 

6. La partecipazione dei cittadini al futuro della città


Il "Manifesto per una Bergamo sostenibile" scrive: "La partecipazione dei cittadini alla "gestione" del territorio li rende protagonisti e favorisce una "cura" dei luoghi realizzabile solo da chi li abita. ................ I cittadini hanno il diritto/dovere di contribuire a disegnare la propria città (cittadinanza attiva): tale funzione non può essere prevalentemente attribuita a chi intende soprattutto trarre vantaggio economico dalle trasformazioni territoriali. Il percorso partecipativo non si deve limitare ad affrontare gli aspetti decorativi di un progetto o i dettagli dell'organizzazione di uno spazio pubblico, ma deve seguire il progetto in tutte le sue fasi, preparatoria e progettuale, decisionale ed esecutiva."
Quali criteri intendete applicare nell'amministrazione e quali strumenti intendete sperimentare per far crescere la partecipazione dei cittadini alle decisioni sul futuro di Bergamo?

   

 

7. L'Area di Largo Barozzi (ex Ospedali Riuniti)


In altre città grandi aree dismesse di pregio sono diventate occasioni di realizzazione di quartieri di grande vivibilità.
Dipendentemente dall'esito dell'asta in corso, come la tua giunta affronterà il problema? Pensi che la vendita ad un operatore privato ed il futuro essenzialmente residenziale siano una scelta adeguata? O invece ritieni che il destino dell'area ad oggi pubblica vada completamente ripensato sia come funzioni che come modalità di gestione?
Come intendi gestire il transitorio? Chiudendo l'area per controllarne la sicurezza o aprendola in modo controllato all'utilizzo da parte dei cittadini?

   

 

8. Mobilità e accessibilità di città alta


Il problema della connessione di Bergamo Bassa e Bergamo Alta con un sistema di trasporto comodo, facile e continuo non è mai stato affrontato. Così come quello della viabilità nell’ambito di un sistema stradale inadatto al traffico automobilistico dei nostri tempi e a un patrimonio storico da tutelare con la massima attenzione. Altre città lo hanno risolto da decenni, Perugia in particolare per le sue caratteristiche simili alle nostre, ma anche altre.
Quali sono i principali ostacoli che impediscono l’utilizzo ottimale dei parcheggi di interscambio già ora esistenti (Croce Rossa, Stadio, Città Mercato, Malpensata) che, con l’attivazione di collegamenti frequenti e comodi, consentirebbe da subito l’interdizione delle automobili private entro le Mura?

   

 

9. Parco Agricolo Ecologico (area protetta)


 “Il PLIS del Parco Agricolo Ecologico di Bergamo e Stezzano e la Cintura Verde della città sono realtà istituzionalizzate dalla Provincia e dal PGT di Bergamo ormai da qualche anno e rappresentano una salvaguardia delle ultime aree libere e agricole della città e dei suoi dintorni valorizzando le attività agricole già in essere o potenziali e le esistenti, pregevoli peculiarità ambientali, ma faticano a trovare concreta attuazione poiché subordinati alle mire di varie proposte e progetti edificatori quali il Palazzetto dello Sport a Grumello al Piano, il parcheggio in testa all’aeroporto di Orio al Serio, i parcheggi periferici previsti dal Piano Urbano del Traffico (PUT), il Luna Park a Boccaleone, la nuova sede dell’ARPA in Via Borgo Palazzo, il nuovo Gleno, ecc.
Quali proposte avete e/o siete disposti a sostenere, e quali risorse economiche pensate di recuperare per la concreta e tempestiva realizzazione del PAE e della Cintura Verde di Bergamo?

   

 

10. Ex Carcere S.Agata e complesso del Carmine (il recupero dei contenitori storici)


Il Carmine è diventato patrimonio del Comune di Bergamo e, insieme a S.Agata, è ora parte di un importante progetto di recupero che prevede una varietà di funzioni culturali, sociali, alberghiere, destinate a rivitalizzare e a riqualificare l’intera area.
Vorremmo sapere a che punto è l’elaborazione di tale progetto e quanto di vero c’è nelle voci che danno per eliminate proprio le funzioni a carattere sociale previste nel progetto originario come la formazione di abitazioni, botteghe artigiane, spazi d'incontro.

   

 

 


VOLANTINO CONVEGNO "I PARTITI RISPONDONO AI QUARTIERI"

 

MANIFESTO PER UNA BERGAMO SOSTENIBILE

HOME